YGYN OIL Componenti

OLIO DI BABASSU (Orbignya oleifera)

   

Il babassu è una palma originaria del Brasile, che cresce nelle zone del nord soprattutto, in Messico ed in Guatemala ed è alta circa 20 metri. I suoi frutti assomigliano a delle piccole noci di cocco, ma in miniatura e sono raccolti in grappoli dai quali si ricavano da 200 a 600 noci ovoidali di 7-8 cm. Da queste piccole noci si raccoglie un olio che da secoli viene utilizzato dalle donne brasiliane per mantenere la pelle liscia e vellutata.

Ciò è dovuto ad una particolare composizione dei frutti, ricchi soprattutto in acidi grassi (acido laurico, oleico, palmitico) e una frazione insaponificabile ricca di steroli e tocoferoli.

L’olio, che si estrae dal seme della palma di babassu, possiede un’elevata percentuale di acido laurico. Questo importante acido grasso aiuta la pelle a regolare il contenuto di idrolipidi (acqua/grasso). L’olio di babassu svolge un’azione cosmetica simile a quella del grasso della noce di cocco. Esso si scioglie alla temperatura corporea, è inodore e dona alla pelle il nutrimento di cui ha bisogno, per renderla di nuovo morbida ed elastica.

Proprietà e indicazioni: L'olio di Babassu viene utilizzato in cosmetica per le sue proprietà emollienti e lubrificanti, nutrienti, protettrici, addolcenti, ammorbidenti, rigeneranti, restituisce splendore e flessibilità, preservando la pelle da un prematuro invecchiamento cutaneo.

Ripristina lo strato lipidico cutaneo carente, mantenendo la pelle morbida e liscia.

Olio adatto a tutti i tipi di pelle, in particolare quelle disidratate, desquamate, ruvide ad anche quelle sensibili ed arrossate. Non è comedogenico e si assorbe facilmente.

Estremamente fluido e penetrante, è ottimo come base da massaggio mescolato con oli essenziali.

Eccellente per la produzione di saponi fatti in casa, balsami, lozioni, creme, ha proprietà antiradicali e anti-età, ha un'azione filmogena per la pelle e ne previene la disidratazione.

 

ESSENZA DI CAMOMILLA SELVATICA (Matricaria chamomilla)

tavola botanica Matricaria ChamomillaDi questa pianta vengono in genere raccolti i fiori, preferibilmente dopo aver perso i petali ma prima di essersi essiccati sulla pianta stessa. Una comune metodologia di raccolta consiste nel far passare fra le dita (o fra i denti di appositi pettinini) gli steli della pianta in maniera tale da raccogliere solamente i fiori, evitando una lunga fase di pulitura. I capolini si essiccano disponendoli in strati sottili all'ombra; si conservano poi in recipienti ermetici di vetro al riparo da fonti di luce ed umidità.

Da questi fiori si producono infusi che notoriamente vengono utilizzati per i loro effetti blandamente sedativi. Oltre che alla somministrazione orale, è possibile ricorrere all'uso di preparati di camomilla anche per nebulizzazioni, linimenti anti-stress, impacchi, colliri e collutori (questi ultimi anche assieme alla malva).


Camomilla essiccata in mazzetti. Nella busta sono visibili i fiori caduti dai mazzetti che formano quasi una polverina, che possono anch'essi essere usati per infuso, filtrando o meno a seconda dei gusti

La camomilla è dotata di buone proprietà anti-infiammatorie, locali ed interne, e costituisce un rimedio calmante tipico dei fenomeni nevralgici (sciatica, trigemino lombaggine e torcicollo). Questo grazie a certi componenti dell'olio essenziale (alfa-bisabololo, guaiazulene, camazulene e farnesene), ad una componente flavonoide (soprattutto apigenina, quercetina, apiina e luteolina) ed ai lattoni matricina e des-acetil-matricarina. Il suo potereantiflogistico a parità di principio attivo (in peso) è stato comparato a quello del cortisone. Altri flavonoidi presenti (eupatuletina, quercimetrina) e le cumarine sono responsabili delle proprietà digestive e spasmolitiche. Queste combinazioni di principi attivi ne fanno un buon risolvente nella dismenorrea, nei crampi intestinali dei soggetti nervosi, negli spasmi muscolari e nei reumatismi. Le tisane ottenute con questa pianta inoltre provocano l'espulsione di gas intestinali in eccesso.

Nella medicina omeopatica, oltre alle indicazioni già elencate, la camomilla viene consigliata per i problemi associati alla dentizione, alla sindrome premestruale ed a varie malattie infantili come otiticoliche e a numerosi problemi comportamentali.[3]

BISABOLOLO

L'α-(−)-bisabololo è un alcool naturale sesquiterpenico. Costituisce il componente principale dell'olio essenziale di camomilla. L’ α-bisabololo è uno dei componenti dell'olio essenziale derivato dai capolini freschi o disseccati di camomilla. Possiede proprietà addolcenti e calmanti ben conosciute da secoli e perciò viene utilizzato in numerose medicazioni. Ha proprietà lenitive e disarrossanti. Eliminando le infiammazioni cutanee, esplica effetto addolcente, soprattutto su pelli particolarmente delicate. È caratterizzato in primo luogo dall’estrema tollerabilità cutanea. 

 

OLIO DI CRUSCA DI RISO

crusca di riso Ottenuto dalla Crusca del Riso, questo olio cosmetico apprezzato da millenni ed utilizzato in cosmetica in Giappone si distingue per l'alto contenuto di Y-orizanolo. Ottimo cosmetico protettivo ed emolliente della pelle ha buone qualità di protezione contro i raggi solari.

Olio ricco di gamma-orizanolo, potente antiossidante, è apprezzato per il suo effetto emolliente, idratante, levigante della pelle.

L'olio di crusca di riso possiede importanti caratteristiche protettive contro i raggi solari, i suoi componenti naturali favoriscono l'abbronzatura della pelle, contrastando la formazione di radicali liberi e prevengono e combattono l'invecchiamento cutaneo e la perdita di elasticità. 

Protegge le pelli sensibili, nutre e dona morbidezza alle pelli secche.

Si può usare sul viso e corpo, dopo la doccia, come doposole. 

Indicato anche per i bambini.

Olio puro, non adulterato, pressato a freddo senza solventi.

 

OLIO DI VINACCIOLI


I vinaccioli sono piccoli semi contenuti negli acini d'uva (Vitis vinifera). Ogni acino contiene da uno a quattro vinaccioli, a loro volta custodi di notevoli quantità d'olio (15-16%). 
Ricavato dall'industria enologica,  l'olio di vinaccioli è apprezzato sia in campo cosmetico che in quello dietetico - alimentare. 
La sua principale caratteristica  è legata all'elevato contenuto in acido linoleico, un acido grasso essenziale capostipite della serie omega-sei. Nonostante sia ricco di composti antiossidanti di natura fenolica, anch'essi amici della nostra salute, l'olio di vinaccioli si altera con il calore ed andrebbe utilizzato preferibilmente crudo. Per evitare l'irrancidimento precoce è necessario conservarlo in luogo fresco, al riparo dalla luce e da fonti di calore. 
All'olio di vinaccioli vengono attribuite proprietà ipocolesterolemizzanti. In effetti gli acidi grassi omega-sei si sono dimostrati efficaci nel ridurre il tasso di colesterolo ematico, abbassando i livelli plasmatici della frazione buona HDL e di quella cattiva LDL. La ricchezza di antiossidanti contribuisce ad esaltarne le proprietà protettive sulla salute del sistema cardiovascolare.
Il contenuto in vitamina E è modesto se paragonato a quello di altri oli vegetali. La mancanza dell'effetto antiossidante di questa vitamina è comunque ampiamente compensato dalla ricchezza in polifenoli, caratteristica peculiare e pressoché esclusiva dell'olio di vinaccioli. Ma la Vitamina E è proprio il componente principale di YGYN OIL.
In campo cosmetico se ne sfrutta l'azione antiossidante, che protegge la pelle dall'invecchiamento precoce, dagli agenti atmosferici e dai radicali liberi. L'olio di semi di vinaccioli applicato sulla cute ha anche proprietà  astringentirassodanti e stimolanti sulla microcircolazione capillare.

Di seguito la valutazione estratta dal sito www.biotiful.it :



 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla